Etichette

giovedì 19 gennaio 2012

Recensione: "Streghe" di Robin McKinley



Salve a tutti!
Avendo finito da pochissimo questo libricino, ho deciso di dedicargli una piccola e semplice recensione.


Pagine: 156
Casa Editrice: Mondadori Junior
Prezzo: 8 euro

Trama:
Cinque ragazze, cinque protagoniste diverse che cercano di sperimentare i propri poteri: streghe di ieri e di oggi, streghe buone per le quali la magia è una forza naturale e positiva, da usare per diffondere la gioia attorno a sé, ma soprattutto per acquistare forza, consapevolezza e capacità di amare. Cinque lunghi racconti fantastici che parlano di fiori fatati, innamorati improbabili, matrimoni insoliti, guarigioni possibili, misteriose scatole che riescono a deviare un'autostrada... Cinque storie da leggere per scoprire in se stesse l'ombra degli incantesimi di cui tutte le donne sono capaci. 

Voto

Recensione:
Questo è uno dei tanti libri che ho letto da più piccola e che mi è ricapitato per mano di recente. Ho deciso di rileggerlo perchè non ricordavo assolutamente niente di quelle 156 pagine. E' stata una lettura picevole, il linguaggio è scorrevole e i cinque racconti scivolano via abbastanza velocemente.
La prima storia è quella di una giovane guaritrice nata priva della voce; crescendo svilupperà un linguaggio tutto suo, comprensibile solo a chi le sta più accanto e ai suoi amati uccellini. E' il racconto che più ho amato di questo libricino, perchè con la sua dolce sensibilità riscalda il cuore del lettore, facendolo sorridere soddisfatto per il suo lieto fine.
La seconda storia narra di una principessa orfana spodestata ingiustamente dallo zio, che voleva sacrificarla alla belva che seminava terrore nel Reame. Questa è forse la storia che ho gradito di meno, forse perchè non ne ho del tutto compreso il finale, o forse semplicemente perchè ho trovato la protagonista debole e troppo arrendevole.
Il terzo racconto prende il via con la descrizione del giardino incantato di una strega... il che è tutto dire! La fiaba si apre in modo abbastanza classico, dunque, tuttavia prende una piega inaspettata. Alla strega viene affidata una bambina, che diventerà sua allieva e che una volta cresciuta dovrà decidere quale strada intraprendere nella sua vita. Vagando nei boschi, attraversando villaggi, reami e giungendo infine al palazzo reale finirà per scavare nel suo giovane cuore alla scoperta dell'amore, un sentimento inaspettato, delicato e sincero. Anche questo racconto l'ho trovato particolarmente piacevole e fiabesco.
La penultima fiaba abbandona un po' l'atmosfera stregata delle precedenti per tuffarsi in un mondo più fatato. Si tratta della storia di un fattore, della sua giovane moglie e della loro fattoria, che grazie ad un antico ed inspiegabile mistero finirà per divenire un luogo carico di magia. 
L'ultimo racconto si svolge ai giorni nostri e racconta di una ragazza diciassetenne alle prese con il trasferimento in una nuova città. Avvilita da questo cambiamento che la vede sempre più sola e triste, non si sarebbe mai aspettata di trovare nella sua nuova casa una stanza segreta e misteriosa in cui è rimasta nascosta una scatola magica capace di esaudire inconsapevolmente i suoi desideri più nascosti.
Il libro è davvero piacevole da leggere e ogni racconto ha a suo modo una morale. L'unica critica che mi sento di dover dare è al titolo: trovo molto poco appropriato il nome "Streghe", visto che di streghe vere se ne vedono ben poche tra le pagine. Le protagoniste del libro spesso e volentieri non sono streghe, ma donne comuni dalla sensibilità diversa, o semplicemente vittime di incantesimi "fatati" che non sono certo dovute ai loro poteri nascosti. 
Consiglio questo testo a tutti coloro che vogliono una lettura facile, disimpegnata e fiabesca, magari da leggere la sera prima di andare a dormire riscaldati da una coperta. 

Infine, se volete leggere un estratto del libro potete dare un'occhiata al post Teaser Tuesday # 14: "Streghe" di Robin McKinley

1 commento:

  1. Se sei amica di Melinda puoi essere anche amica mia... :)
    Firmato: lettore fisso n° 44 (come i miei anni...)
    Ciao!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...