Etichette

lunedì 21 marzo 2016

Giveaway di compleanno: L'Albero delle Mele compie 5 anni!


E chi si sarebbe mai aspettato di arrivare a questo traguardo?
Oggi L'Albero delle Mele compie ben 5 anni di vita virtuale! 5 anni di sorrisi, passione, amicizie, letture, crisi, assenze e poi ritorni. Da quando è nato questo mio angolino, molte sono le cose che ho cambiato, a partire dal titolo, che è passato da Il mio Paese delle Meraviglie a Sogni di una notte di Luna Piena, per finire poi con L'Albero delle Mele, quello che più di tutti si addice ai contenuti di questo blog.
Sono grata a tutti voi per avermi accompagnata in questo percorso, i vostri commenti e le amicizie che qui sono nate sono state spunto per me per accrescere la mia cultura, un incentivo per fare sempre di più.
Ma oggi c'è anche un'altra cosa da festeggiare!
Sì, perché proprio oggi inauguro ufficialmente il mio secondo blog, intitolato come il mio ultimo romanzo, e cioè Sogni di Carta.
Sogni di Carta - Il blog si propone di essere una sorta di libreria virtuale in cui organizzerò eventi volti a promuovere la letteratura per i giovani, offrirò un piccolo supporto agli scrittori che vorranno presentarsi ai lettori, e, ovviamente, vi parlerò anche delle mie avventure in libreria. Sarà un supporto ai genitori che cercano una lettura per i propri figli, agli insegnanti, per far conoscere loro autori e libri da proporre nelle classi, ai ragazzi che qui troveranno (spero) ottimi spunti di lettura. E' dedicato anche a tutti coloro che vorranno collaborare con me per rendere Sogni di Carta una libreria virtuale accogliente e sempre ricca di novità e iniziative.

Ebbene, a questo punto possiamo venire al sodo, alla parte che più vi interessa, e cioè il Giveaway!
Per festeggiare L'Albero delle Mele e Sogni di Carta, ho deciso di organizzare un Super Giveaway, mettendo in palio ben 14 libri (di cui 2 in ebook) di 13 autori diversi per altrettanti fortunati vincitori.
Il regolamento e tutto ciò che concerne la parte "burocratica" del Giveaway la trovate sull'altro blog, qui di seguito potrete invece vedere tutte le trame e le cover dei romanzi messi in palio!
Io vi aspetto dall'altra parte allora, nel blog di Sogni di Carta, per festeggiare con allegria =D Potete accedere al blog cliccando sul banner sottostante. Buon divertimento e in bocca al lupo a tutti!




Titolo: Tilly Duc. Il segreto della casa dei tetti blu
Autore: Katja Centomo
Editore: Einaudi ragazzi
Trama:
A tredici anni Tilly Duc si ritrova sola. Nonna Clo, che l'ha cresciuta dopo la scomparsa di sua madre, è morta all'improvviso, lasciandole in eredità la Casa dei Tetti Blu. Quando la ragazzina la deve abbandonare per trasferirsi nella casa famiglia cui è stata affidata dal tribunale, comincia ad avvertire attorno a sé strane presenze e a sentire l'irresistibile richiamo dell'antica residenza delle suo antenate. È come se gli spiriti di tutte le Duc vissute fra quelle mura volessero trasmetterle un messaggio. Mentre cerca di adattarsi alla sua nuova vita e di fare amicizia con i ragazzi della casa famiglia, Tilly scopre di avere non solo dei talenti piuttosto inconsueti ma anche un'importantissima missione da compiere...

Titolo: La Luna è dei Lupi
Autore: Giuseppe Festa
Editore: Salani
Trama:
Ruscelli dipinti d'argento dalla luna, nastri di profumi colorati tesi sui prati, sagome di cervi come macchie di buio su una tela d'ombra. E un'oscura minaccia oltre il confine. Questo è il mondo di Rio, un lupo dei Monti Sibillini. A lui è affidata la sopravvivenza del suo branco piegato dalla fame e dalla scarsità di nuove nascite, costretto ad affrontare un lungo viaggio nei meandri di una natura da scoprire e difendere, nell'eterno conflitto con un nemico che ora ha le fattezze di un branco antagonista, ora quelle dell'uomo e dei suoi cani. L'entrata in scena di Greta e Lorenzo, due giovani ricercatori, darà il via a una catena di eventi imprevedibili. Tra le meraviglie della natura selvaggia e le insidie del mondo degli uomini, l'emozionante viaggio di un branco alla ricerca della libertà. Una trama che si trasforma in un sorprendente gioco di specchi, dove ogni lettore ha la possibilità di osservare la natura degli animali e la società degli uomini dal punto di vista dei lupi. Una storia che diventa metafora della condizione umana, tra conflitti e amicizia, istinto e ragione, pregiudizi e accettazione del diverso. "Chissà se anche gli uomini pregano" si chiede a un tratto Lama, una femmina del branco, contemplando la luna. Perché i lupi pregano.


Titolo: Albion
Autore: Bianca Marconero
Editore: Limited Edition Books
Trama:
Cresciuto senza madre, e dopo aver perduto il fratello maggiore - morto in circostanze misteriose -, nel giorno del funerale dell'amatissimo nonno, Marco Cinquedraghi riceve la notizia che gli cambierà la vita: deve lasciare Roma e partire per la Svizzera. È infatti giunto il momento di iscriversi all'Albion College, la scuola in cui, da sempre, si diplomano i membri della sua famiglia. Ma il blasonato collegio riserva molte sorprese. Tra duelli di spade e lezioni di filologia romanza, mistici poteri che riaffiorano e verità sepolte dal tempo che riemergono, Marco scoprirà il valore dell'amicizia e capirà che l'amore, quello vero, non si ottiene senza sacrificio. Nelle trame ordite dal più grande dei maghi e nell'eco di un amore indimenticabile si ridestano legami immortali, scritti nel sangue. Fino all'epilogo, tra le mura di un'antica abbazia, dove Marco conoscerà la strada che le stelle hanno in serbo per lui. Il destino di un re il cui nome è leggenda.


Titolo: La libraia
Autore: Silvia Degl'Innocenti
Editore: San Paolo
Trama:
Il mondo dei libri raccontato attraverso gli occhi di una ragazza particolare. È sera. Una giovane donna di nome Lia ha appena chiuso la saracinesca di una piccola libreria e si trattiene al suo interno. Passa in rassegna i suoi libri, fino a che uno in particolare la riporta con la memoria a quando aveva 11 anni, alla notte in cui aveva deciso di scappare dalla casa dei genitori affidatari. Da qui in poi si dipana la storia di Lia, una ragazza ribelle dalla vita complicata. Sarà l'incontro con una misteriosa libraia e con i libri a trasformare la sua vita...


ATTENZIONE: Chi vincerà Il Raccattastorie, si aggiudicherà anche il suo seguito!
Titolo: Il Raccattastorie (vol.1)
Autore: Andrea Storti
Editore: Dri
Trama:
Teo ha dodici anni, vive a Venezia, frequenta la seconda media e gli piace giocare con la Playstation ma non è un ragazzo come gli altri. Lui nasconde un potere speciale.Toccando gli oggetti che lo zio Leone gli porta, infatti, riesce a viaggiare indietro nel tempo e a vivere mirabolanti avventure. Dopo l’ennesima visita al passato, però, Teo recupera un oggetto che non doveva essere trovato: la Saltatempo e questo provoca il finimondo. In breve, zio Leone scompare e due tizi strani che dicono di appartenere all’ordine dei Guardiani del Passato gli piombano in camera accusandolo di aver aiutato un terribile criminale. Venezia e la storia così come la conosciamo sono in tremendo pericolo. Per salvare la città e rimettere le cose a posto bisognerà affrontare l’avventura più difficile di sempre.


ATTENZIONE: Chi si aggiudica questo romanzo, si aggiudica anche il primo della serie!
Titolo: Il Raccattastorie (vo.2)
Autore: Andrea Storti
Editore: Dri
Trama:
Teo e Mademoiselle K hanno una nuova missione: recuperare Giulietta. Ma non una Giulietta qualsiasi, bensì quella di “Romeo e Giulietta” che è improvvisamente scomparsa dalla sua Verona medievale. Qualcuno deve averla rapita per sabotare la famosa tragedia di Shakespeare e i Guardiani del Passato devono assolutamente ritrovarla per riportare ordine nella storia e nella letteratura. Non sempre, però, le cose sono semplici come appaiono e i due ragazzi si troveranno a dover affrontare uno spaventoso nemico, una figura tanto potente da sembrare imbattibile e tanto oscura da gettarli… nel caos.


Titolo: Dralon
Autore: M.C. Willems
Editore: Youcanprint (self-publishing)
Trama:
La famiglia Moffet è una famiglia come tante. Conduce una vita semplice e tranquilla in una graziosa casetta a due piani nei sobborghi di Londra... questo, fino a quando non riceve, per mano di uno strano postino, un misterioso pacco che la catapulterà, senza volerlo, in un mondo sconosciuto e fantastico; un mondo al contrario, popolato da bastoni e ciottoli parlanti, scarpe che danno il benvenuto, custodi di sasso, lampade e calderoni magici, indovini burloni e fiammiferi urlanti in grado di svelare strade segrete. Un magico e avventuroso viaggio che porterà i protagonisti a scontrarsi contro malvagie forze oscure e a percorrere gli impervi sentieri del cambiamento e della crescita interiore.

Titolo: Il mendicante di sogni
Autore: Miriam Mastrovito
Formato: Ebook
Trama:
I sogni racchiudono i desideri, le fantasie e a volte anche le paure degli uomini. Che succederebbe se ne fossimo privati? È quello che cercherà di impedire Joshua, approdato a Chissà Dove, il magico regno in cui la fata Maya custodiva i sogni prima che il perfido Nergal la depredasse e le strappasse le ali riducendola in fin di vita. La sua impresa, costellata di splendidi capolavori disegnati sull'asfalto, si intreccia con le indagini del Commissario Zanetti, che lo riterrà un pericoloso serial killer, e con la rinascita di Daniel, un bambino appena uscito dal coma, che ha promesso a Maya, la sua salvatrice, due ali fatte di petali bianchi.


Titolo: La lettrice. Lo spirito dei ghiacci
Autore: Chiara Panzuti
Editore: Armando Curcio Editore
Trama:
Pyramiden, isole Svalbard. Un gruppo di scienziati incrocia il DNA umano con quello animale e crea una nuova razza di uomini capace di cambiare sembianze a proprio piacimento. I Mutaforma devono sempre essere affiancati da un Lettore, compagno in grado di tenerne sveglio l'istinto umano durante la trasformazione. Ma il progetto prende una svolta quando viene rinvenuto un oggetto appartenente a un'antica leggenda, la piuma di un Ventaglio che potrebbe donare ai Mutaforma poteri sconfinati. Rebecca, abile Lettrice, sarà così costretta a lasciare le Svalbard per introdursi come infiltrata in un gruppo di ribelli di San Pietroburgo, nel tentativo di recuperare le piume mancanti. Sembra infatti che quei fuggitivi, ex cavie di Pyramiden, conoscano il segreto per ricomporre il Ventaglio. Tra bugie, battaglie e viaggi nel freddo Nord, Rebecca scoprirà che esiste qualcos'altro oltre il ghiaccio da cui proviene. Qualcosa che sarà in grado di sciogliere anche la rabbia e il rancore più profondi.

Titolo: Adularia. La trafficante di storie
Autore: Alessia Coppola
Editore: Edizioni Imperium
Formato: Ebook
Trama:
Una gondola bianca si aggira di notte per i canali di Venezia; a bordo Adularia, una bambina che ha un talento eccezionale: rubare le parole. La bimba si sposta di finestra in finestra e attende che si compia la magia e le parole dei poeti la raggiungano volteggiando. Ma un incantesimo la tiene prigioniera. Un piccolo poeta sarà la chiave per la sua libertà. Favola dedicata a giovani lettori.


Titolo: Un bruco di nome Miu
Autore: A. Baselli e F. Ranghetti
Editore: Leucotea
Trama:
Un bruco di nome Miu che prima di trasformarsi in farfalla fatica a caccia nella savana, fugge dai cacciatori sulle montagne, conosce gli abissi del mare nelle calde acque tropicali e scopre il mistero meraviglioso che la vita custodisce. Miu comprende che vestire i panni di un leone, di un cerbiatto, di un pesce angelo può essere esaltante, ma altrettanto complicato. Che fare?



Titolo: Il variopinto mondo di Iaia
Autore: Alessandra Cerretti
Editore: Leucotea
Trama:
Il mondo di Iaia è pieno di colori, i suoi vestiti e il suo monopattino ne sono la prova! Nel suo paese però è l'unica... Con la sua allegria contagiosa e la sua faccia tosta, partirà alla ricerca di un posto dove non esiste la parola "diverso".  

Titolo: Il riflesso stonato
Autore: Arianna M. Romano
Editore: Leucotea
Trama:
Al giovane Arturo Grigio Scuro non importa nulla di nulla: niente lo diverte, niente lo entusiasma, niente lo appassiona. Ha ereditato un grazioso negozio di giocattoli e libri per bambini, e ha deciso senza indugio di disfarsene, nonostante sia un luogo pieno di ricordi. Ma poco prima di vendere il negozio, Arturo vive un'esperienza davvero sconcertante: un mattino, guardandosi allo specchio, scopre con orrore che al posto del suo riflesso è comparso il riflesso di uno sconosciuto. Come se non bastasse nessuno dei suoi amici lo riconosce più, e il giovane si vede costretto a fuggire, in preda al panico. Durante la fuga, Arturo si imbatte in un buffo vagabondo di nome Filomeno, prestigiatore pasticcione che ha esattamente lo stesso problema: quando si specchia, vede il riflesso di un'altra persona. Tra streghe vanitose, incredibili specchi magici e stupefacenti mondi dimenticati, Arturo e Filomeno vivranno straordinarie avventure per cercare di ritrovare il loro "vero riflesso". Una fiaba per non dimenticare i propri sogni.

Titolo: Il mondo dell'altrove
Autore: Sabrina Biancu
Editore: Del Bucchia
Trama:
“Il mondo dell’altrove” è una raccolta di cinque racconti frutto della penna sognante di Sabrina Biancu. La giovane autrice tesse in un perfetto connubio tra fantasia e realtà cinque appassionanti storie, sottilmente intrecciate da un unico tema conduttore: la bellezza della gratuità dei gesti, la meraviglia di un aiuto disinteressato, un po’ di sana gentilezza donata a caso e senza scopo, per la sola gioia di farlo. Ogni racconto ha un insegnamento intrinseco da offrire al lettore. Conosceremo Nico, 28 anni, già titolare di un ristorante, con la predisposizione ad affrontare la vita con positività; il ragazzo incontrerà Elia che invece è stato privato di tutto: lavoro, famiglia, denaro e, ogni giorno, gli offrirà un pasto caldo, in cambio di un semplice regalo, che secondo l’autrice è il dono più bello che si possa ricevere: un sorriso vero. L’autrice ci presenterà il mondo di Rosy, una bambina viziata, che con il prezioso aiuto del suo anatroccolo parlante, riuscirà a trasformare se stessa. La carrellata dei personaggi scorre con lo scorrere dei racconti: Tea, che sembra non avere più nessuna ragione di vita, dopo la dolorosa perdita di suo figlio; soltanto l’animo di un piccolo grande uomo, Pietro, le insegnerà ad affrontare il suo male interiore. Tocca poi all’allegra Desideria e al fantasma di un’epidemia che le ha deturpato il viso; Andrè, in nome della loro forte amicizia, le farà capire che non conta avere un volto perfetto per essere una persona migliore. Infine una piccola stella, Irina, che ogni notte tenta di convincere una giovane innamorata che i suoi sentimenti non corrisposti vadano messi da parte, per ricominciare a sognare.

giovedì 17 marzo 2016

Il Riflesso dell'Anima # 23


Bentornati sull'Albero!
Il Riflesso dell'Anima, rubrica creata da me e Reina del blog Il Portale Segreto, consiste nel postare una citazione o un brano tratto da un libro, film, canzone o altro che che ha fatto vibrare le corde della nostra anima associandola a un'immagine. Sarà una rubrica che rispecchia il nostro io più profondo. Non avrà cadenza fissa, sarà dunque occasionale, ed entrambe la gestiremo in modo indipendente l'una dall'altra.

Ecco qui dunque la mia immagine a la mia citazione di oggi:



"Ma cosa c'è di speciale in me?, mi sono chiesto. Presumo che non sia sempre possibile individuare queste cose in noi stessi. Forse perché da vicino è difficile vedere, come un fiore che si china a guardarsi e crede di essere soltanto uno stelo. Credo che la cosa importante sia aver fiducia in ciò che si è. Tu sei speciale. E le persone intorno a te lo colgono in molti più modi di quanto non potrai mai, mai, fare tu."
Le avventure di Jacques Papier, Michelle Cuevas


lunedì 14 marzo 2016

Recensione: "Le avventure di Jacques Papier" di Michelle Cuevas


Bentornate sull'Albero, mie care mele!
Oggi vi recensisco un romanzo che ho finito due settimane fa e che ha conquistato il mio cuore. Non vedevo l'ora di parlarvene, finalmente ho trovato un momento per scrivervi il mio parere, con la speranza di farvi conoscere questa piccola e preziosa perla della letteratura per ragazzi.


Titolo: Le avventure di Jacques Papier
Autore: Michelle Cuevas
Editore: DeAgostini
Pagine: 222
Prezzo: 12,90 euro

Trama: Da un po' di tempo a questa parte, il piccolo Jacques Papier ha il terribile sospetto che tutti lo odino. Tutti eccetto la sorellina Fleur. A scuola i professori lo iqnorono ogni volta che alza la mano, in cortile i compagni non vogliono mai giocare con lui e a casa i genitori si dimenticano persino di aspettarlo per cena. Ma la verità è ancora più sconvolgente di quanto possa sembrare... perché il piccolo Jacques non è che l'amico immaginario di Fleur! E quando troverà il coraggio di chiedere alla sorellina di recidere i fili della fantasia che li legano, per Jacques inizierà un travolgente, poetico e a tratti esilarante - viaggio alla ricerca di se stesso. Chi è veramente Jacques Papier? Qual è il suo posto nel mondo?

Voto:

 

Recensione:
Ci sono storie che colpiscono dritte al cuore, che ci guariscono e che, a lettura conclusa, ci salutano con un sorriso stampato in faccia. Ci sono, poi, storie per bambini che sanno insegnare qualcosa anche a chi bambino non lo è più da un pezzo, emozionando e permettendo di riconoscersi fra le pagine. "Le avventure di Jacques Papier" per me è stato questo e molto altro.
Nell'ultimo anno ho attraversato un profonda crisi nella lettura, dovuta anche al tempo a mia disposizione da dedicare ai libri, che si è ridotto drasticamente. Per questo motivo, spesso e volentieri prediligo storie brevi, spensierate e poco impegnative, che possano permettermi di godere del piacere di leggere anche con le palpebre appesantite dal sonno e dalla stanchezza di fine giornata.
Il romanzo di Michelle Cuevas è stato per me una ventata d'aria fresca, un anticipo di primavera che ha riscaldato il mio cuore.
L'autrice fa parlare il protagonista della sua storia, Jacques Papier, in prima persona. Capitolo per capitolo, egli ci accompagna tenendoci per mano nella sua vita di amico immaginario, con un linguaggio divertente e ironico, fresco e scanzonato, che non mancherà di far sbocciare sorrisi sul volto del lettore.
L'originalità delle vicende narrate è incontestabile; qualcuno ha già parlato di bambini con amici immaginari al seguito, ma... credo nessuno abbia dato voce agli amici immaginari come invece ha fatto questa autrice.
Jacques Papier, pur essendo invisibile, immaginario e irreale, ha una voce, una personalità, dei pensieri e dei sentimenti profondi. Il suo spessore, in quanto personaggio, è notevole e anche le sue riflessioni lo sono.
Come si evince dalla trama, il povero Jacques Papier un giorno scopre di essere invisibile, di non avere voce né corpo. Quelli che credeva essere i suoi genitori, in realtà non sanno neppure che esista, perché lui altro non è che il frutto della fantasia di quella che pensava fosse sua sorella.
Ma allora cosa significa essere reali? Cosa vuol dire non essere invisibili? I sentimenti di Jacques sono anch'essi partoriti dalla mente dell'unica bambina che può vederlo e parlare con lui?
Le domande che affollano la testa del bambino immaginario sono molte e portano a riflettere anche il lettore. Da esse scaturirà una crisi profonda che spronerà Jacques Papier a partire alla ricerca di se stesso e di una risposta, perché lui desidera essere reale, vero, tangibile, come tutti gli altri bambini.
E' stufo della sua condizione di invisibilità, di non poter dire la sua. Durante questo viaggio, incontrerà altri immaginari come lui, ma anche altri bambini, bisognosi del suo aiuto e della sua amicizia.
Dopo tanto ricercare, viaggiare, indagare, Jacques Papier scoprirà che "si è invisibili solo nella misura in cui si crede di esserlo" e che ognuno di noi è speciale, anche se spesso è difficile trovare in noi ciò che ci rende tali. Forse possiamo essere invisibili alla maggior parte delle persone che popolano il nostro pianeta, ma siamo reali, importanti e speciali per tutte le persone che fanno parte del nostro mondo, della nostra sfera affettiva, e questo è tutto quello che dovrebbe bastarci per vivere e affrontare con un sorriso ogni giornata.
"Le avventure di Jacques Papier" è davvero un piccolo gioiello della letteratura per ragazzi, ricco di insegnamenti e riflessioni, ma al contempo spensierato e divertente, commovente ed emozionante.
Io l'ho letto a piccoli sorsi, me lo sarei divorato in una sera soltanto, ma mi sono obbligata a chiudere il libro per farmi durare di più la lettura; fin dalle prime righe avevo intuito la bellezza chiusa in quelle poche pagine, sapevo che a libro concluso mi sarebbero mancati gli amici d'inchiostro incontrati. Eppure, da una parte mi sbagliavo perché Jacques Papier si è dimostrato molto più reale di tanti altri personaggi incontrati in altri romanzi, molto più vicino a me di quanto avessi osato immaginare. 
Lo consiglio a tutti, grandi e piccini, perché Jacques ha qualcosa da insegnare a ognuno di noi. Leggetelo se avete voglia di una lettura spensierata e profonda al tempo stesso, se volete immergervi in una storia che ha in sè dolcezza e malinconia, sorrisi e riflessioni. Non ve ne pentirete! 

martedì 8 marzo 2016

Presentando "Sogni di Carta"

Buon pomeriggio mie care mele!
Dato che mesi fa vi avevo annunciato che L'Albero delle Mele sarebbe diventato un punto di riferimento per raccontarvi le mie esperienze e le avventure con i miei romanzi pubblicati, eccomi qui a mostrarvi qualche piccolo assaggio della prima presentazione di "Sogni di Carta".


La tensione iniziale, ve lo confesso, era notevole. Sebbene io abbia fatto altre presentazioni per il mio precedente romanzo, credo che non farò mai l'abitudine al contatto con il pubblico. Sono introversa e riservata di natura, ma nella vita bisogna buttarsi e mettersi in gioco, per darsi qualche possibilità in più. Per cui, eccomi qui, piena di insicurezze, ansie e preoccupazioni, ma carica di buona volontà!
Qualcuno sostiene che le presentazioni non servano a niente, per alcuni, addirittura, indica da parte dell'autore manie di grandezza... Non credo siano vere queste due affermazioni. Ho già avuto modo di dire che la strada dell'autore esordiente/emergente è costellata di ostacoli ed è sempre in ripida salita... le presentazioni non serviranno a vendere un gran numero di copie, ma in un modo o nell'altro fanno parlare e sappiamo tutti quanto il passaparola sia importante al giorno d'oggi. Per un autore le presentazioni sono un ottimo momento di confronto con il pubblico, un'esperienza che permette di arricchirsi come persone, ma anche di farsi conoscere. Per quanto riguarda le manie di grandezza... be', che dire? Io non ho nessunissima pretesa, non mi credo chissà chi e ho i piedi ben piantati a terra. Pur sapendo che organizzare questo genere di eventi non possa portare un autore alla fama e pur conoscendo la mia introversione, penso che possa risultare utile parlare del proprio libro a un pubblico di sconosciuti. Ci si mette in gioco, ci si impegna e si crede in ciò che si fa, questo è quanto.
E ora, torniamo a noi...
Ho avuto la bellissima opportunità di proiettare le illustrazioni e il booktrailer alle mie spalle, il pubblico ha apprezzato ed è stato bello organizzare una presentazione così "interattiva", se vogliamo.
Le immagini hanno intrattenuto il pubblico durante l'intervista e le letture della mia relatrice, la simpaticissima Paola De Lucia, e sono state apprezzate con entusiasmo.


Lo riconoscete quello alle mie spalle? Eh sì, è proprio Gulliver, intento a farsi i bagno con il suo profumatissimo sapone al... formaggio!


Ma Gulliver mi ha fatto compagnia in questa presentazione anche con la sua versione di stoffa che ormai conoscete grazie a Facebook e al Blog Tour appena conclusosi! Ha ricevuto tanti complimenti e... sorpresa delle sorprese... qualche lettore mi ha già richiesto una copia di Gulliver su commissione!
Sì, perché il brontolone topo di biblioteca può essere realizzato anche su ordinazione, è una novità di cui volevo giusto parlarvi ^_^ 




A presentazione conclusa, non sono mancati gli acquisti e la firma delle copie con dedica.
Ho ricevuto anche un bel po' di fiori, come potete vedere nella foto qui sotto.


Il confronto con i lettori è sempre bello e stimolante, e qualcuno ha deciso anche di acquistare una copia del mio vecchio libro, "La città nascosta. Alla scoperta del mondo parallelo".


Infine, per concludere, ho offerto i biscotti di Gulliver ai presenti. Devo dire che li hanno apprezzati, sono stati sgranocchiati con gusto, come solo un vero topolino di biblioteca avrebbe saputo fare! Sono finiti tutti, non ne è rimasta neanche una briciola per il povero Gulliver... sigh!


Poi, è venuto il momento dei regali e delle sorprese...
Mia zia ha realizzato a mano per me una scatola-libro in legno, per contenervi tutti i miei sogni. Mia sorella ha colorato al pc la mia illustrazione preferita di Gulliver e i miei genitori mi hanno regalato un porta post-it da scrivania con due simpaticissimi gufetti ^_^
E poi... è arrivata una bellissima (e buonissima) torta illustrata di auguri per Sogni di Carta, il negozio più magico che io conosca!



Alla presentazione mi è stato chiesto se quella dei sogni sia una terra di resistenza, se oggi, nella nostra moderna società sia ancora possibile credere ai propri sogni e vederli realizzati.
Ebbene, miei cari lettori, se mi seguite da quando questo blog ha fatto la sua prima comparsa nel mondo della blogsfera, saprete bene quanta importanza io dia ai sogni.
Essi sono il motore del mio cuore, danno vita alla mia anima e non posso fare a meno di credere fermamente in tutto quello che faccio. La mia vita è stata costellata di sogni, alcuni realizzatisi, altri ho dovuto (ahimé) accantonarli, ma credo sia importantissimo continuare a sognare e a sperare che le cose belle possano accaderci. E' tremendamente difficile pensare alla realizzazione dei propri sogni, in un mondo in cui ogni possibilità per i giovani sembra essere preclusa, ma lo dobbiamo a noi stessi. Resistere, stringere i denti e andare avanti a testa alta credendo fermamente in ciò che si fa e negli obiettivi che si vogliono raggiungere può aiutarci molto nell'arduo percorso della realizzazione, ma lo dobbiamo prima di tutto a noi stessi.
Lo insegnavo anche ai bambini con cui ho avuto modo di lavorare in passato: i sogni ci fanno sentire vivi, ci permettono di lottare per quello in cui crediamo e di sentirci forti nelle nostre piccole o grandi vittorie.
Per cui, miei lettori, non smettete di sognare, mi raccomando! La strada è tutt'altro che fatta di mattonelle dorate, si cade, ci si fa male a volte, ma l'importante è sapersi rialzare.
Un abbraccio a tutti voi, ci leggiamo presto!


lunedì 7 marzo 2016

Blog Tour "Sogni di Carta", 9^ Tappa: Estrazione Giveaway!

Marzo è cominciato da qualche giorno ormai. Accolgo sempre questo mese con gioia, perché sembra portarmi fortuna e sorprese. Sabato 5 marzo ho presentato per la prima volta "Sogni di Carta", mentre l'11 marzo di due anni fa stringevo tra le mani la copia del mio romanzo d'esordio, "La città nascosta. Alla scoperta del mondo parallelo". Dulcis in fundo, il 21 marzo il blog compirà ben 5 anni di vita, un traguardo che non avrei mai sperato di raggiungere!
Tutto questo discorso lungo e noioso per dirvi che questo Blog Tour, che si conclude oggi (purtroppo) è stato organizzato anche per festeggiare L'Albero delle Mele. Potrei decidere di organizzare qualche altra piccola sorpresa per voi, ma gli impegni sono tanti in questo periodo, per cui non posso assicurarvi niente.
Ma ora veniamo a noi!


Voglio approfittare dell'occasione per ringraziare le blogger che hanno ospitato le varie tappe, lavorare con loro è stato bello, semplice e naturale <3
Per quanto riguarda voi partecipanti che state leggendo con ansia queste mie righe alla ricerca del vincitore... ho da ringraziare anche voi, immensamente. Non mi sarei MAI aspettata un tale entusiasmo nei confronti di Sogni di Carta. Mi avete donato molto e, sebbene in queste tre settimane me ne siano successe un po' di tutti i colori, tra imprevisti, contrattempi e impegni vari, voi ci siete stati. Mi avete regalato sorrisi la sera, quando tornavo a casa stanca, spronandomi e incoraggiandomi ad andare avanti. Forse non ve ne sarete resi conto, ma io ho vissuto davvero così questo Blog Tour.
Il ruolo dell'autore emergente è tutt'altro che semplice e la strada è sempre, perennemente, in ripida salita e ricca di ostacoli e difficoltà: voi avete reso più leggeri quegli ostacoli e meno faticosa la salita, per cui, GRAZIE di cuore!
Il vostro interesse per Sogni di Carta, Gulliver e Archimede mi ha emozionata e vorrei davvero con tutto il cuore potervi premiare tutti, purtroppo però il libro messo in palio è uno solo, così come il topolino, per cui...  ho dovuto fare una scelta.
Vi confesso di aver letto e riletto i vostri commenti, più e più volte. Ho avuto qualche tentennamento, ma alla fine il mio cuore mi ha guidata verso la decisione più giusta (quella che reputo tale, ovviamente).
Ebbene, miei cari, si aggiudica il bottino finale la persona che ha lasciato il seguente commento:
Ok ho la mia età e nessun bimbo al quale leggerlo, ma adoro i libri per ragazzi. Hanno sempre un lieto fine e sono così cariche di magia e bei sentimenti che riescono a farmi sentire in un posto accogliente e sicuro ogni qual volta li leggo. Poi ho anche visto quel topolino così tenero e ho deciso che dovevo assolutamente partecipare!
La fortunata vincitrice lo ha riconosciuto? =D
Prima di congedarvi, vi lascio un ultimo, piccolo appunto.
La libreria Sogni di Carta è un negozio immaginario, partorito dalla mia fantasia. Eppure ci sono momenti i cui mi sembra più che mai reale. Sogni di Carta è nel cuore di ogni lettore, così come lo sono Archimede e Gulliver. Tra i suoi magici scaffali sono custoditi i libri "predestinati" a persone in particolare. I libri ci parlano, si presentano a noi nel momento in cui ne abbiamo bisogno. Sono stata più volte testimone di questa magia, l'ultima proprio in questi giorni, con la lettura di un romanzo per ragazzi che mi è entrato nel cuore proprio nel momento in cui avevo più bisogno di lui. Da questa settimana, se vorrete continuare a seguirmi sulla pagina Facebook di Sogni di Carta e su L'Albero delle Mele, vorrei iniziare un lavoro particolare per condividere con voi letture, impressioni, sogni di carta e inchiostro. Perché in fondo Sogni di Carta non è nato per essere solo un libro, ma molto, molto di più! Restate aggiornati, mi raccomando.
Detto questo, io vi saluto e dichiaro definitivamente concluso il Blog Tour. Peccato sia durato così "poco", mi sono divertita davvero tanto!
Un abbraccio a tutti voi <3

giovedì 3 marzo 2016

Recensione: "L'Accademia del Bene e del Male vol.2 - Un mondo senza eroi" di Soman Chainani


Bentornate sull'Albero, mie care mele!
Era da un po' che volevo recensirvi questo romanzo, il secondo della trilogia dell'Accademia del Bene e del Male (trovate la mia recensione del primo volume qui). L'ho aspettato con ansia e, ora che l'ho terminato, non posso che desiderare con tutta me stessa di leggere il seguito... o forse dovrei stare più attenta a ciò che desidero... ma andiamo con ordine ;)


Titolo: L'Accademia del Bene e del Male. Un mondo senza eroi
Autore: Soman Chainani
Editore: Mondadori
Pagine: 443
Prezzo:  17,00 euro

Trama: Da quando Agatha e Sophie sono fuggite dall'Accademia del Bene e del Male sono diventate autentiche celebrità: hanno infranto le regole e vissuto la Fiaba fino in fondo, si sono conquistate il Lieto Fine che volevano e sono tornate, cosa mai successa. E ora fanno ciò che ci si aspetta da loro. Agatha si lascia imbellettare e vestire di rosa da Sophie che, ormai incapace di tenere a freno la cattiveria, è sempre più insopportabile. Finché l'amica, esasperata, si pente di avere scelto quel Lieto Fine e si rende conto di volere un principe per la sua storia. Basta quel piccolo momento di debolezza perché tutto ricominci da capo. Agatha e Sophie si ritrovano all'Accademia, dove però tutto è cambiato. Che fine hanno fatto le due scuole del Bene e del Male? E dove sono finiti tutti gli eroi, i principi, i maschi?

Voto:




Recensione
Al termine del primo volume della saga, avevamo lasciato Agatha e Sophie l'una nelle braccia dell'altra, di ritorno a casa con il loro lieto fine in tasca. All'inizio di questo capitolo, dunque, è così che le ritroviamo, tuttavia la loro felicità è destinata a incrinarsi ben presto...
Bastano due semplici desideri, espressi in silenzio ma nati nel profondo del cuore, per stravolgere gli equilibri che sembravano essersi creati dal ritorno delle due protagoniste a Gavaldon. Sì, perché a volte ciò che si desidera può diventare estremamente pericoloso. 
Se in un primo momento Agatha e Sophie sembravano felici del loro ritorno nella città natale, presto si troveranno a fare i conti con una realtà diversa dalle loro aspettative, che le spingerà a desiderare di più, a volere un finale diverso per la loro storia. E allora ecco che tutto ricomincia, con il solito ritmo incalzante tipico dell'autore e con i suoi giochi psicologici volti a confondere personaggi e lettori, coinvolgendo chi legge in una danza sfrenata che avrà il suo culmine nel grande, inaspettato e terribile finale.
Soman Chainani non si smentisce, la sua bravura e destrezza nel controllare situazioni, personaggi, vicende e filone narrativo non si esauriscono e ci regala ancora una volta mille emozioni e avventure degne della più bella e paurosa delle fiabe.
L'autore ci offre la possibilità di varcare di nuovo i cancelli dell'Accademia del Bene e del Male. Questa volta, tuttavia, la divisione non è più tra le forze benigne e maligne, ma tra sesso femminile e maschile. Dopo il finale che Agatha e Sophie hanno scelto per la loro storia, infatti, gli equilibri nel mondo delle fiabe si sono spezzati; ne risulta, quindi, come al solito, una grande confusione. Ritroviamo caratteristiche tipicamente maschili nella scuola delle Ragazze e propensioni femminili in quella dei Ragazzi, perché, come Chainani ormai ci ha fatto comprendere, non solo non esiste il bianco senza il nero, ma il bianco ha in sé del nero e il nero ha in sé del bianco. Le nette distinzioni non sono contemplate da questo talentuoso autore, che porta all'esasperazione i suoi personaggi, confondendo anche il lettore con i suoi colpi di penna all'ultimo inchiostro. Chainani gioca con i propri personaggi come fossero marionette guidate dai fili che lui stesso si diverte a muovere e ingarbugliare. La bravura dell'autore sta proprio in questo: tramite le avventure e le vicende che fa vivere alle sue creature di carta e inchiostro, indaga l'animo umano nel profondo, tirando fuori da quegli abissi tutte le passioni che muovono le azioni delle persone, le motivazioni dietro a taluni comportamenti e scene di vita quotidiana... il tutto trasposto in un libro fantasy per ragazzi. O almeno, quello che a una prima lettura sembrerebbe tale.
L'Accademia del Bene e del Male è una saga che non manca di sorprendere, non si ripete, ma si rinnova sui propri stessi cliché, elevandosi a ogni capitolo sempre di più.
Cattiveria, dolcezza, vendetta, amore, potere, amicizia, malvagità, perdono, diffidenza... tutto si intreccia in una trama perfetta, ricca di colpi di scena e colorata con le tinte del fantasy, del giallo e, a tratti, persino dell'horror. 
"Lasciate ogne speranza voi ch'intrate"(cit. Dante): questo è lo spirito giusto per affrontare i libri di Soman Chainani, perché puntualmente saprà stravolgere ogni vostra convinzione, portandovi e riflettere su voi stessi e su quello che avete dentro. Il vostro cuore è puro come quello di una principessa? O è forse macchiato di odio e risentimento come quello della peggiore strega? Per scoprirlo, leggete fino in fondo la storia di Agatha e Sophie, la risposta non tarderà ad arrivare.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...